Cooler e fleeche (questi sconosciuti)

Ci sono parole che piu’ di altre danno il senso del clima di un luogo. Per noi la pioggia e’ pioggia, per gli inglesi e’ rain, shower, drizzle, hail. Per noi italiani ‘coperta’ e’ coperta, al massimo copertina o sottocoperta se leggera.

Per gli inglesi la copertina e’ invece un accessorio completamente diverso dalla coperta invernale, e infatti non usano un diminutivo, ma un termine proprio: ‘ Cooler’. Per cooler si intende l’accappatoio/coperta leggera da passeggio, o la copertina leggera da box da mezza stagione, se ha le cinghie.  Puo’ essere di maglina di cotone (jersey), di spunga (terry), di tela di cotone (cotton), a rete (mesh) se estiva estiva, o in tessuto sintetico antistrappo (qui i termini variano a seconda dell’azienda produtrice)

La copertina leggermente piu’ pesante (il pile) si chiama invece fleeche. Anche qui vediamo le due varianti (da passeggio senza cinghie e da box con le cinghie). Nella mia esperienza ho visto che il fleeche – forse per un tema climatico – e’ poco diffuso e poco amato dai groom in Italia, mentre e’ molto diffuso sui siti esteri. Ha il vantaggio di essere molto economico, e di sembrare nuovo ad ogni lavaggio perche’ (togliendo eventuali peli sopravvissuti alla lavatrice) non deve essere stirato. Cosa non da poco asciuga facilmente. Prima di comprarlo pero’ valuterei se e’ di reale necessita’ per la zona climatica in cui viviamo. Nella mia esperienza la coperta da passeggio in pile e’ molto utile e si sfrutta molto, mentre i vari pile con le cinghie che ho comprato sono sempre rimasti nel baule/nei bauli perche’ rischiano di essere troppo caldi e di far sudare il cavallo se c’e’ escursione termica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *